Le cascate di Riva di Tures

Alla scoperta dei tesori naturali

Le cascate di Riva di Tures fanno parte dei tesori naturali più belli, ma anche più spettacolari dell’Alto Adige. Si trovano nel cuore del Parco Naturale delle Vedrette di Ries. Tutte le tre cascate sono raggiungibili comodamente a piedi. Esse vengono alimentate dal torrente Riva, nel quale convoglia l’acqua dei ghiacciai sovrastanti il paese di Riva. L’immensa forza dell’acqua, che si può osservare dai vari punti panoramici, è davvero impressionante.

Lungo il percorso ci sono diversi punti di sosta e osservazione. Il primo punto, facilmente raggiungibile, si trova accanto al parcheggio del bar alle Cascate. Da lì si hanno due possibilità: percorrere il Sentiero di San Francesco, oppure il sentiero normale fino agli altri punti d’osservazione. Il percorso è semplice e accessibile a persone di ogni età.

Un particolare highlight delle cascate è la Fly-Line, in funzione durante i mesi estivi. Saldamenti ancorati a una struttura metallica, si ritorna, in curve larghe e strette, alti tra gli alberi fino alla prima cascata, ammirando le cascate dalla prospettiva aerea.

Informazioni riguardanti le cascate

Non c’è alcun dubbio: una visita delle Cascate di Riva di Tures è un «must» per ogni vacanza in Valle di Tures e Aurina! Tutto quello che dovreste sapere, lo trovate qui nel nostro breve riassunto.

  • Tempo di cammino 1a cascata: circa 20 min
  • Tempo di cammino 2a cascata: circa 40 min
  • Tempo di cammino 3a cascata: circa 55 min
  • Altezza prima cascata: 10-15 m
  • Altezza seconda e terza cascata: 40 m
  • Periodo consigliato per la visita: dalla primavera fino all’autunno
  • Speciale inverno: la foresta incantata di Natale presso le cascate durante i fine settimana d’Avvento

Alloggi top a Campo di Tures 2022

Gli alloggi
vicino alle Cascate di Riva di Tures

Cosa dicono gli ospiti
delle Cascate di Riva di Tures?

Siamo rimasti entusiasti di queste cascate. E i bambini ancora di più. Tanto da non lamentarsi nemmeno della salita a piedi. Erano così felici di poter scendere con la Fly-Line, che sono tornati su addirittura una seconda volta con mio marito.

Elena e Filippo, Pavia

Un piacevole sentiero conduce non solo fino alla terza cascata, ma poi anche oltre fino alla Cappella di San Francesco e Santa Chiara. Noi consigliamo assolutamente di proseguire e non rientrare subito alla terza cascata. Ne vale proprio la pena!.

Famiglia Bernardi, Alessandria

Bellissimo! Abbiamo visto le cascate per la prima volta nell’agosto 2018. Una gita che merita veramente! I bambini si sono appassionati alla Fly-Line, che parte dalla terza cascata. Un highlight speciale.

Giada, Nicolo, Martina e Leonardo, Cesena

Domande frequenti

Dove si può parcheggiare vicino alle Cascate di Riva?

Il parcheggio perfetto è vicino al Bar alle Cascate. Questo è a pagamento, ma essendo ampio, si trova sempre posto. Se invece si vuole lasciare l’auto nel primo parcheggio libero, si deve affrontare un cammino a piedi di circa 20 minuti.

Il sentiero delle Cascate di Riva di Tures è percorribile anche con i passeggini?

Il pezzo fino alla piattaforma panoramica presso la prima cascata è percorribile anche con i passeggini.

Il Sentiero di San Francesco e il sentiero normale sono la stessa cosa?

No. Il Sentiero di San Francesco è segnalato con la lettera “T” – la T sta per “tau”, che indica l’ultima lettera dell’alfabeto ebraico. Il sentiero delle cascate, che conduce alle piattaforme di osservazioni, corre nel primo tratto su una strada forestale, poi incrocia il sentiero di San Francesco e continua su questo nella parte più alta.

Cos'è la Fly-Line?

Con la Fly-Line potete sorvolare, attaccati saldamente a una fune e in modo assolutamente tranquillo (garantito!!), il bosco e il torrente, partendo dalla terza cascata fino al punto d’osservazione della prima cascata. La Fly-Line è aperta nei mesi estivi fino a ottobre.

Il sentiero escursionistici termina alla terza cascata?

No. Dopo la terza cascata si continua su un ponte e, seguendo i cartelli del Sentiero di San Francesco, si superano alcuni gradini in calcestruzzo e si continua su un sentiero più stretto per circa 20 minuti fino alla Cappella di San Francesco e Santa Chiara. Si tratta di una vecchia cappella di un castello, che è stata ristrutturata negli anni Ottanta. È a due livelli: la sala interna e la cripta.